RICHIESTA INTERVENTO URGENTE E RISOLUTIVO PER LA MANCANZA DI MEDICI DI BASE

Data:
16 Marzo 2021
Immagine non trovata

All’attenzione di: Roberto Speranza Ministro alla Salute Attilio FONTANA, Presidente Regione Lombardia Letizia MORATTI, Assessore al Welfare Regione Lombardia Walter BERGAMASCHI direzionegenerale@ats-milano.it Galdino CASSAVIA ATS DipCurePrimarie@ats-milano.it Antonella SARDI asardi@ats-milano.it OGGETTO: INTERVENTO URGENTE E RISOLUTIVO PER LA MANCANZA DI MEDICI DI BASE Stimatissimi, in un contesto di grave emergenza sanitaria del quale siamo tutti ben consapevoli, il nostro territorio affronta ormai da troppo tempo una problematica che è diventata gravissima e richiede una soluzione urgente: la mancanza di medici di base fissi sul territorio. Sono mesi che le amministrazioni comunali dialogano costantemente con ATS al fine di trovare il modo di incontrare le più che legittime necessità dei cittadini, in particolare quelli più fragili, con difficoltà di spostamento, che spesso da un momento all’altro si sono trovati senza il curante. Purtroppo, nonostante i plurimi bandi di selezione pubblichi esperiti dal Dipartimento delle Cure Primarie di ATS Città Metropolitana di Milano, la situazione di grave mancanza del personale medico non è per nulla migliorata, ma anzi peggiorata. A tale mancanza cronica di personale medico, si sommano anche le criticità legate ad eventi facilmente prevedibili (pensionamenti, dimissioni …) che non riescono ad essere efficacemente gestiti. Le Amministrazioni Locali, in questi mesi, si stanno spendendo anche oltre le loro competenze per arginare il problema, mettendo a disposizione locali comunali ad affitti calmierati e a volte gratuitamente per la realizzazione degli ambulatori e investendo nostre risorse economiche nel supporto ad una comunicazione praticamente inesistente verso il cittadino. Pensiamo che più che mai in questo ultimo anno di pandemia tutti quanti abbiamo potuto avere evidenza della centralità e dell’importanza della figura del medico di famiglia: è stato e continua ad essere il primo riferimento, ci ha aiutato ad orientarci tra sintomi sospetti, ha evitato inutili accessi al pronto soccorso, ci ha permesso di curaci a casa. Tutto questo non è più tollerabile e noi non siamo più disponibili in alcun modo a fare da parafulmine ai reali responsabili di questi enormi disagi di fronte ai cittadini: per una situazione emergenziale, nel pieno di una terza ondata pandemica, servono norme emergenziali, serve derogare ove possibile, snellire le procedure, al fine di velocizzare l’attuazione di soluzioni assolutamente non più rimandabili. Chiediamo dunque un incontro urgente in cui vengano messe nero su bianco le risposte concrete a questo enorme problema: questo in primis a tutela della salute dei cittadini e a questo punto crediamo anche per continuare insieme in modo efficace la lotta al contenimento della diffusione del covid, contro il quale i medici di famiglia rimangano il primo baluardo. Certi di avere vostre in tempi strettissimi. I SINDACI DEL DISTRETTO MELEGNANO E MARTESANA

 

Ultimo aggiornamento

Giovedi 01 Aprile 2021