AVVISO PUBBLICO - RIVOLTO A ENTI/ASSOCIAZIONI/TERZO SETTORE - PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI A FAVORE DI PERSONE CON DISABILITA’ GRAVE PRIVE DI SOSTEGNO FAMILIARE – DOPO DI NOI

Data:
12 Marzo 2018
AVVISO PUBBLICO RIVOLTO AI COMUNI – ALLE ASSOCIAZIONI DI FAMIGLIE DI PERSONE DISABILI – ALLE ASSOCIAZIONI DI PERSONE CON DISABILITA’ – AGLI ENTI DEL TERZO SETTORE E ED ALTRI ENTI PUBBLICI O PRIVATI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI A FAVORE DI PERSONE CON DISABILITA’ GRAVE PRIVE DI SOSTEGNO FAMILIARE – DOPO DI NOI – DGR 6674/2017

PERIODO DI RIFERIMENTO 08 – 30 MARZO 2018
Sono aperti i termini per la presentazione delle domande per l’accesso alle Misure in favore delle persone con disabilità grave e prive di sostegno familiare, come previsto dalla DGR N° 6674 del 7/06/2017.
Le domande, corredate dagli allegati richiesti, potranno essere presentate entro i termini previsti all’Ufficio Protocollo del Comune.

Fino al 30 marzo 2018 è possibile presentare le istanze debitamente compilate dai richiedenti, su apposito modulo, e consegnarle presso il Comune di residenza del cittadino corredate degli allegati obbligatori (l’assenza degli allegati comporterà la non validazione dell’istanza alla data di consegna – la domanda potrà essere comunque ripresentata con nuovo protocollo).
Resta inteso che le domande dovranno essere consegnate unicamente agli Uffici Protocollo del Comune di residenza, previa verifica con il personale incaricato dei Servizi Sociali la completezza della documentazione prodotta. Si consiglia di contattare preventivamente l’Assistente Sociale del proprio Comune di residenza per fissare un appuntamento.

Gli interventi sono erogati previa valutazione multidimensionale effettuata dal Servizio sociale del Comune di residenza, in raccordo con ATS Milano Città Metropolitana, con i professionisti individuati dalla ASST territorialmente competente, e successiva predisposizione di un Progetto individuale sottoscritto dal beneficiario o suo tutore e/o familiare.
Si specifica che la domanda non da certezza di erogazione della Misura, ma permette di accedere alla fase di valutazione multidimensionale, indispensabile per l’erogazione come da DGR.

Destinatari
Possono presentare l’istanza i Comuni del Distretto Sociale Paullese (Comuni di Mediglia, Pantigliate, Paullo, Peschiera Borromeo, Tribiano); le associazioni di famiglie di persone disabili, le associazioni di persone con disabilità, gli enti del terzo settore ed altri enti pubblici o privati per i cittadini residenti nei Comuni del Distretto.
I cittadini per i quali i soggetti sopra indicati possono presentare l’Istanza devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
  • persone con disabilità grave accertata ai sensi dell’ART. 3 comma 3 della Legge 104/92, non determinata dal naturale invecchiamento e da patologie connesse dalla senilità;
  • di età compresa 18/64;
  • prive di sostegno familiare, ossia:
         1. in assenza di entrambi i genitori,
         2. nel caso in cui i genitori non siano in grado di fornire l’adeguato sostegno familiare
         3. nella prospettiva del venir meno del sostegno familiare.

Il presente documento definisce le modalità di erogazione delle seguenti Misure:
a) INTERVENTI INFRASTRUTTURALI
1. Ristrutturazione dell’abitazione: eliminazione barriere, messa a norma impianti, adattamenti domotici;
2. Sostegno del Canone di locazione/ spese condominiali

b) INTERVENTI GESTIONALI
1. Percorsi di accompagnamento all’autonomia;
2. Residenzialità in gruppo appartamento con Ente Gestore;
3. Residenzialità in gruppo appartamento Autogestito;
4. Residenzialità in Housing / Co-housing
5. Pronto Intervento.

Requisiti Organismi di terzo settore che possono presentare la richiesta:
  • comprovata esperienza di almeno 2 anni nel campo dell’erogazione di servizi o attività a favore di persone con disabilità e delle loro famiglie;
  • iscrizione ai rispettivi registri provinciali/regionali;
  • assenza in capo al Legale Rappresentante di condanne penali o procedimenti penali in corso;
  • garanzia da parte degli enti della solvibilità autocertificando l’inestistenza di situazioni di insolvenza arrestabili dalla Centrale Rischi di Banca d’Italia (Circolare n. 139 dell’11.2.1991, aggiornato al 29.04.2011 – 14° aggiornamento).



 

Ultimo aggiornamento

Mercoledi 12 Dicembre 2019