Carta d'identità elettronica (CIE). Difetto rilevato in CIE emesse.

Data:
28 Maggio 2018
Come forse appreso a mezzo dei principali organi di stampa, tra ottobre 2017 e febbraio 2018, sono state emsse, a livello nazionale, circa 300.000 CIE con un difetto di registrazione - nel chip - della data di rilascio, invece correttamente riportata sul fronte della CIE stessa.
Il difetto è di lieve entità e invero irrilevante per l'utilizzo della carta quale documento d'identità fisica e digitale, ma può essere rilevato in sede di controllo elettronico all'atto dell'espatrio. Le autorità di frontiera e quelle diplomatiche straniere sono stata informate del difetto e hanno ricevuto un elenco dettagliato delle CIE interessate.
E' possibile verificare se la propria CIE, rilasciata tra ottobre 2017 e febbraio 2018, sia interessata dal difetto, collegandosi al sito http://www.cartaidentita.interno.gov.it/verifica-cie/ ed inserendo il proprio codice fiscale e il numero della propria CIE.
Agli interessati, poi, viene comunque spedita una informativa da parte del Poligrafico.
Per il comune di Mediglia, risultano rilasciate n. 56 CIE difettose.

Qualora la propria CIE sia tra quelle difettose, seppur NON necessario (stante, come detto, la lievità del difetto), è possibile richiederne la sostituzione GRATUITA, contattando gli sportelli anagrafici allo 0290662023 o demografici@comune.mediglia.mi.it; sarà necessario restituire la vecchia CIE, che verrà revocata e distrutta (evento di cui verrà redatto un apposito verbale), e, secondo le procedure già seguite prima d'ora, chiederne una nuova (fotografia, impronte digitali, etc...)

Sul sito del ministero, la circolare 9/2018 in materia.

Ultimo aggiornamento

Lunedi 09 Dicembre 2019