Elezioni politiche del 4 marzo - schede elettorali - TAGLIANDO ANTIFRODE

Data:
28 Febbraio 2018
Domenica 4 marzo 2018, si svolgeranno le consultazioni per le elezioni della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica; in Regione Lombardia e Regione Lazio, si svolgeranno anche quelle per il rinnovo del consiglio regionale e la scelta del presidente della Regione.

Come forse già appreso a mezzo di organi di stampa e principali social-network, le schede per camera (colore ROSA) e per senato (colore giallo) saranno dotate di un apposito tagliando - RIMUOVIBILE - così detto "antifrode", che dovrebbe rafforzare la regolarità del voto ed evitare tentativi di manipolazioni o condizionamenti del voto da parte esterna.
Il «tagliando antifrode» ha un codice progressivo alfanumerico, che sarà annotato sulle liste elettorali al momento dell’identificazione dell’elettore con il documento di identità e della consegna della scheda. Non va assolutamente staccato (in caso contrario, la scheda sarà annullata e l'elettore NON sarà riammesso al voto).
 
Una volta votato, l’elettore consegnerà la scheda o le schede al presidente del seggio che staccherà il «tagliando antifrode» per verificare la corrispondenza di quel numero di codice con quello annotato al momento della consegna. Solo a verifica ultimata, e accertata la corrispondenza, la scheda potrà essere inserita nell’urna. E l’elettore potrà lasciare il seggio. 

Considerando la portata della novità, si rappresenta quando segue:
1) è assolutamente VIETATO rimuovere il tagliando antifrode (pena annullamento della scheda);
2) è opportuno armarsi di pazienza dal momento che, al seggio, i tempi per l'epletamento del voto potrebbero sensibilmente dilatarsi, a causa di questi ulteriori controlli e quindi i tempi di attesa, di conseguenza, potrebbero aumentare.

Ultimo aggiornamento

Mercoledi 12 Dicembre 2019